organizzazione

CNA

in collaborazione con

carivit

con il contributo di

camera di commercio camera di commercio

organizzazione

CNA

in collaborazione con

carivit

con il contributo di

camera di commercio
camera di commercio

"De Natura"

Museo della Ceramica della Tuscia
Palazzo Brugiotti | Via Cavour 67

orari da giovedì a domenica e il 1° maggio
10-13/15,30-18,30

Regolamento

REGOLAMENTO

PREMESSA
La 17a edizione della Mostra Concorso di Artigianato Artistico “Forme e Colori nella Terra di Tuscia” si terrà a Viterbo, dal 24 aprile al 19 maggio 2024, negli spazi del Museo della Ceramica della Tuscia (Palazzo Brugiotti), messi a disposizione dalla Fondazione Carivit.
L’evento è organizzato da CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia con la collaborazione della Fondazione Carivit.
Sono previste due sezioni: una è riservata alle imprese artigiane, l’altra agli studenti iscritti ai Licei Artistici del Lazio. Il tema è unico per entrambe.

TEMA
Articolo 1
Il tema scelto per la 17a edizione di Forme e Colori nella terra di Tuscia è De Naturaun concetto che vuole stimolare una riflessione sull’importanza di valorizzare l’artigianalità nell’era dell’intelligenza artificiale.

Da leggersi tanto in gergo laziale quanto riferendosi alla locuzione latina, De Natura descrive per eccellenza l’essere, ciò che una cosa è. L’artigiano ha “un dono di natura”, quando l’estro si tramuta in gesto ponderato, nel processare la materia, nel trasformarla. La maestria del processo creativo testimonia il perfetto equilibrio tra passione e costanza, tra dovere e piacere; e non è forse questa “la natura dell’uomo”?

E’ nella “natura delle cose” che l’oggetto artigianale presenti qualche anomalia, rispetto a quello industriale; è il rischio che si corre quando si lavora su misura, quando si è in continua ricerca e non si vuol produrre sempre una cosa uguale all’altra. Quindi non chiamiamoli difetti, quelli presenti in un’opera artigianale, bensì caratteri, impronte del proprio essere, nel rispetto della materia. Come porsi quindi nell’era in cui prende sempre più piede l’intelligenza artificiale?

La natura ci appartiene tanto quanto l’artificio, che ci serve per dichiarare il nostro essere, lo stare al mondo. Perché allora delegare a una macchina il gioco, l’atto creativo, snaturando il normale evolvere di un’idea, che parte da un bozzetto per poi plasmare lo spazio? Mentre la tecnologia offre soluzioni innovative per la produzione, l’artigianato artistico può ancora rappresentare l’alternativa alla standardizzazione e all’impersonalità.

Ai partecipanti si chiede di realizzare manufatti che, attraverso i materiali impiegati e le tecniche messe in campo, siano espressione e racconto del proprio personalissimo modo di lavorare.

Ognuno di noi vede e interpreta Forme e Colori a modo suo; l’artigiano nel recepire un bisogno funzionale, materiale o immateriale, risponde con un atto poetico. L’idea, tradotta in realtà, non è quindi solo una soluzione possibile, frutto dell’insieme di fattori statistici, bensì un racconto, influenzato dalla cultura e dalla visione di chi la mette in pratica.

De Natura rappresenta, quindi, una sfida per gli artigiani ad esplorare come funzionalità ed estetica possano confluire armoniosamente; il lavoro artigiano propone soluzioni reali e pratiche, arricchendo al contempo le nostre vite di bellezza ma, soprattutto, significato.

Obiettivo di questa edizione non è solo celebrare l’artigianato artistico, ma avviare un dialogo su come questo possa ispirare e influenzare positivamente le pratiche produttive, promuovendo un futuro in cui tecnica e tradizione coesistano in armonia.

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE OPERE
Articolo 2
L’opera in concorso dovrà essere inedita (né pubblicata, né esposta in precedenza, pena l’esclusione dal Concorso). I partecipanti sono invitati a presentare opere di libera creazione, di qualsiasi forma, rispondenti al tema proposto e realizzati in qualsiasi materiale. E’ consentito l’uso di qualsiasi tecnica. L’opera potrà, altresì, essere composto da più elementi.

DESTINATARI
Articolo 3
Sono ammessi alla partecipazione:
a – le imprese iscritte nell’Albo delle Imprese Artigiane presso la Camera di Commercio di competenza;
b – i designer o gli allievi di Istituti Superiori e Universitari di Design i cui progetti siano realizzati e presentati alla Mostra Concorso da una impresa iscritta nell’Albo delle Imprese Artigiane presso la Camera di Commercio di competenza (articolo 5);
c – gli studenti (in forma singola o in gruppo) iscritti ai Licei Artistici con sede nel Lazio. I Licei Artistici del Lazio avranno la possibilità di collaborare con un’impresa artigiana, per affiancare gli studenti nella declinazione del tema.

ISCRIZIONE E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
Articolo 4
Ciascun partecipante potrà presentare al Concorso una sola opera e avrà la possibilità di esporre un altro pezzo fuori Concorso.

Articolo 5
Le opere delle imprese artigiane potranno essere realizzate anche su progetto di designer o allievi di Istituti Superiori e Universitari di Design. Tale collaborazione dovrà essere indicata dall’impresa in sede di iscrizione alla Mostra Concorso.

Articolo 6
Le imprese artigiane potranno scegliere di partecipare esclusivamente alla Mostra.

Articolo 7
Tutte le opere esposte a “Forme e Colori nella Terra di Tuscia” dovranno rispondere al tema proposto (articolo 1) e possedere le caratteristiche indicate all’articolo 2.

Articolo 8
L’ammissione delle imprese artigiane alla Mostra Concorso sarà valutata da una Giuria che terrà conto dell’aderenza delle opere al tema.

Articolo 9
La partecipazione alla Mostra Concorso è gratuita. Sono interamente a carico del partecipante le spese di realizzazione del pezzo, di imballaggio, consegna e ritiro nonché quelle relative alla copertura assicurativa.

Articolo 10
Per partecipare a “Forme e Colori”, è necessario
• iscriversi sul sito www.mostraformeecolori.it, dichiarando di aver letto e di accettare il Regolamento della manifestazione e la privacy policy del sito e di fornire il consenso alla pubblicazione dei dati (tranne quelli sensibili, chiaramente indicati nel form di iscrizione) e delle immagini fornite sia nel sito sia nei materiali di comunicazione che gli organizzatori produrranno per promuovere l’iniziativa;
• compilare i campi del form con le informazioni richieste.

TIMING
Articolo 11
La domanda di partecipazione dovrà essere presentata (secondo la procedura descritta all’articolo 10) entro l’11 marzo 2024.

Articolo 12
a. Imprese artigiane. Una o più immagini digitalizzate a colori in alta definizione e una presentazione (che includa la descrizione dei materiali e delle tecniche utilizzate) dell’opera che si intende proporre in Concorso così come dell’opera dell’impresa artigiana che scelga solo l’esposizione nella Mostra, accompagnate dal curriculum e dall’immagine digitalizzata dell’autrice/autore, dovranno essere inviate a CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, tramite e-mail, all’indirizzo formecolori@cnavt-civ.it, anche con il servizio di trasmissione WeTransfer, entro e non oltre l’8 aprile 2024.
Qualora l’opera sia realizzata con la collaborazione di un designer o allievo di Istituto Superiore e Universitario di Design, la documentazione dovrà essere accompagnata dal curriculum e dall’immagine digitalizzata di quest’ultimo.

b. Studenti. Una o più immagini digitalizzate a colori in alta definizione e una presentazione (che includa la descrizione dei materiali e delle tecniche utilizzate) dell’opera dovranno essere inviate a CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, tramite e-mail, all’indirizzo formecolori@cnavt-civ.it, anche con il servizio di trasmissione WeTransfer, entro e non oltre l’8 aprile 2024.

Articolo 13
Entro il 15 aprile sarà comunicata alle imprese artigiane e agli studenti l’ammissione alla Mostra Concorso.

Articolo 14
Le opere dovranno essere consegnate entro e non oltre il 22 aprile 2024 presso il Museo della Ceramica della Tuscia, nelle date e negli orari che saranno comunicati dagli organizzatori.

CONCORSO – CRITERI DI VALUTAZIONE
Articolo 15
La valutazione sarà a cura di una qualificata Giuria.
Nella valutazione delle opere, la Giuria, il cui giudizio è insindacabile, terrà conto
– dell’aderenza al tema del concorso
– della qualità artistica e della qualità tecnica di esecuzione dei manufatti
– delle innovazioni introdotte nella progettazione e/o nel processo di lavorazione sotto il profilo della sostenibilità ambientale e quindi della durabilità.

PREMI
Articolo 16
• Imprese artigiane
1° Premio: euro 3.000,00
2° Premio: euro 1.000,00
3° Premio: targa

• Studenti
1° Premio: voucher del valore di euro 1.000,00 per l’acquisto di materiale didattico
2° Premio: targa
3° Premio: targa

Articolo 17
La Giuria si riserva la facoltà di non assegnare tutti i premi.

GIURIA
Articolo 18
Della Giuria faranno parte esperti e rappresentanti del mondo dell’artigianato e della cultura.

OPPORTUNITA’
Articolo 19
Tutte le opere esposte saranno pubblicate nel sito di “Forme e Colori”, a cura della CNA. Per ciascuna opera, esclusivamente con finalità di promozione della manifestazione, CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia si riserva il diritto di pubblicare testi e immagini sul proprio sito internet e sugli organi di informazione.
Le imprese artigiane ammesse all’evento otterranno ciascuna la pubblicazione di una pagina dedicata all’interno del sito di “Forme e Colori”.
Gli organizzatori potranno altresì promuovere le stesse imprese attraverso altre iniziative.

RESPONSABILITA’
Articolo 20
Gli organizzatori non si assumono alcuna responsabilità riguardo ad eventuali difficoltà nella procedura di iscrizione a “Forme e Colori” derivanti da malfunzionamenti del sito o problemi di connessione o altre disfunzioni tecniche.

Articolo 21
I partecipanti garantiscono che i documenti inviati non violano diritti, posizioni o pretese di terzi (con riferimento alla legge sul diritto d’autore e sulla proprietà industriale e alle altre leggi o regolamenti applicabili) e non contengono materiale osceno, pornografico, illecito, vietato dalla legge o contrario a quanto indicato nel presente regolamento.
Dichiarano altresì di essere consapevoli che le responsabilità, anche penali, dei documenti ricevuti da CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia al fine della partecipazione sono a carico di che li ha inviati.
Le imprese si impegnano a tenere indenni e manlevati gli organizzatori da e contro eventuali reclami, azioni o richieste derivanti dai documenti inviati o da altri materiali forniti.

DIRITTI DI PROPRIETA’ INTELLETTUALE
Articolo 22
Gli organizzatori non acquisiscono alcun diritto di proprietà sui contenuti inviati dai partecipanti, pur avendo la licenza di riprodurre e rappresentare qualunque contenuto trasmesso ai fini della partecipazione a “Forme e Colori”.
I partecipanti sono comunque consapevoli che, tenuto conto delle caratteristiche di Internet, i contenuti pubblicati sul web non sono protetti contro i rischi di ulteriore diffusione e/o utilizzo, dei quali CNA non potrà essere ritenuta responsabile.

Articolo 23
Qualora l’opera dell’impresa artigiana sia realizzata su progetto di un designer o allievo di Istituto Superiore e Universitario di Design, quest’ultimo esercita il diritto di proprietà intellettuale, mentre l’opera è di esclusiva proprietà dell’impresa artigiana.

PRIVACY
Articolo 24
I dati personali raccolti saranno trattati in conformità con quanto previsto dalla Privacy Policy, che l’impresa accetta al momento della registrazione.
CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia, titolare del trattamento, garantisce a chi si registra sul sito di “Forme e Colori” il rispetto delle disposizioni previste dall’RGPD e in particolare degli articoli da 15 a 22 del Regolamento (UE) 2016/679, sulla tutela dei dati personali: diritto d’accesso, di rettifica, di cancellazione, di limitazione del trattamento, di opposizione e alla portabilità dei dati. L’impresa, accettando la Privacy Policy, rilascia il consenso al trattamento dei dati personali, ovvero alla loro raccolta, utilizzo e comunicazione nei termini previsti.

FORO COMPETENTE
Articolo 25
Per le controversie che dovessero sorgere nell’interpretazione e nell’esecuzione del presente Regolamento, sarà applicabile la Legge italiana.
Il Foro competente sarà il Foro di Viterbo.